closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

A lezione di spregiudicatezza

Narrativa. «Chirù», l’ultimo romanzo di Michela Murgia, pubblicato da Einaudi. La relazione ambivalente tra allievo e maestra, vissuta in un crescendo di eros pedagogico

Dedicato a indagare il potere nei suoi aspetti meno appariscenti ma non per questo meno invasivi l’ultimo romanzo di Michela Murgia, Chirù (Einaudi, pp.191, euro 18,50), si colloca sul crinale ambivalente del rapporto magistrale tra una donna più grande e un uomo più venti anni più giovane da lei scelto come proprio allievo. Ambientato nella contemporaneità, è narrato in prima persona con la voce di Eleonora, attrice trentottenne affermata anche a livello internazionale, il cui nome costituisce omaggio implicito alla grandezza di Eleonora Duse e insieme alla Nora di Ibsen, la cui opera teatrale è citata esplicitamente nel testo. Attraverso...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi