closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

A Lesbo arriva il virus, paura per i migranti nel campo

Grecia . La notizia ha messo in allarme le organizzazioni umanitarie presenti sull’isola, che temono gli effetti devastanti di una eventuale epidemia in un campo sovraffollato. La tensione a Moria resta altissima, bruciata la scuola di un’ong

La scuola bruciata nel campo di Lesbo

La scuola bruciata nel campo di Lesbo

A Lesbo si è registrato il primo caso ufficiale di Coronavirus: si tratta di una greca di 40 anni, impiegata in un negozio di alimentari, che avrebbe visitato Israele ed Egitto lo scorso mese durante un pellegrinaggio. Al momento ricoverata in terapia intensiva all’ospedale del capoluogo Mytilene, la donna ha anche due bambini, che oggi non sono andati a scuola per prudenza. La notizia ha messo in allarme le organizzazioni umanitarie presenti sull’isola, che temono gli effetti devastanti di una eventuale epidemia in un campo sovraffollato come quello di Moria, dove ventimila migranti languiscono in condizioni igieniche disastrose e senza...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi