closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

A Ginevra si discute, in Yemen si combatte

Yemen. Dall'inizio della tregua, martedì, sono stati uccisi 42 combattenti di entrambe le parti. Houthi e governo si scambiano i prigionieri, ma l'accordo resta lontano per la presenza di altri gruppi armati e il ruolo dell'Arabia saudita

La guerra yemenita

La guerra yemenita

La chiamano tregua, ma tregua non è: da martedì, quando il cessate il fuoco di 7 giorni è entrato in vigore in Yemen, almeno 42 combattenti di entrambe le parti sono stati uccisi. È stata rotta da tutti, da ribelli Houthi, dal governo, dai jet sauditi, mentre in Svizzera si raggiungeva il primo piccolo risultato del negoziato tra esecutivo ufficiale e ribelli. Mercoledì a mezzogiorno si sono scambiati i rispettivi prigionieri, su mediazione delle tribù locali: 360 Houthi contro 265 miliziani dei movimenti secessionisti del sud. Un atto di buona volontà, lo ha definito l’Onu, ma lontano dalla pace. Riyadh...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.