closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

A fuoco i voti da ricontare. Baghdad: «Atto doloso»

Iraq. Incendio nel deposito di due milioni di voti del quartiere al-Russafa di Baghdad, il ministero degli Interni apre un'inchiesta. A un mese dalle elezioni il paese non ha un governo e rischia di scivolare verso il caos

Due poliziotti iracheni dopo il voto

Due poliziotti iracheni dopo il voto

A 24 ore dall’incendio di al-Russafa, a Baghdad, ieri il ministero degli Interni iracheno ha formato una commissione di inchiesta sulla distruzione di un numero ancora imprecisato di schede elettorali delle presidenziali del 12 maggio scorso. Già domenica il ministero ha parlato di «atto doloso», giunto dopo una sequela di eventi che rischia di trascinare il paese nel caos: dopo un voto che gli osservatori avevano definito tranquillo, erano arrivate denunce di irregolarità da diverse parti del paese, da cui la decisione del parlamento di ricontare a mano le circa undici milioni di schede infilate nell’urna. E domenica il fuoco...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.