closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

«A Ferguson c’è stata una rivolta sociale»

Stati uniti. Osagyefo Sekou, pastore «gramsciano»

Negli ultimi mesi, in America, gli avvenimenti di Ferguson, New York, St Louis e Baltimore, hanno reso visibile problema della violenza legalizzata su gli afroamericani; gli scontri tra cittadini e polizia che, dopo aver ucciso giovani neri disarmati, caricavano le manifestazioni addolorate e sdegnate per questo puntuale e sistematico svolgersi dei fatti, hanno mostrato come una parte di popolazione americana abbia meno diritti dell’altra. A Ferguson, dopo l’uccisione da parte della polizia del diciottenne, disarmato, Michael Brown, lo scorso agosto, erano accorsi militanti per dare supporto, tra questi il reverendo Osagyefo Sekou. Lui si definisce gramsciano, è uno scrittore, documentarista,...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.