closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

A Berlino «sperperano sempre miliardi, ma nessuno vuol vivere con 400 euro»

Kreuzberg e dintorni. Le voci dissonanti dei 10.953 immigrati greci. Studenti, emigrati di lunga data, artisti alla vigilia del voto si sentono traditi dagli altri Pigs: «È la stessa corda che finirà per impiccare anche loro»

Raccontano «l’altra verità» sul buco di Atene, fanno i conti in tasca alla cancelliera Angela Merkel, ribattono colpo su colpo alle accuse di spreco dei tedeschi. Hanno il vantaggio analitico di conoscere entrambe le mentalità, e conservano - perfino meglio dei connazionali in patria - la memoria storica dei fatti. Spigoli di voce tra i 10.953 immigrati greci di Berlino, che hanno scelto il loro destino ben prima del referendum. Sono disponibili a «discutere» il debito del loro paese e abituati, per condizione, a ricostruire la situazione attuale partendo da più lontano. «Lo Stato non l’abbiamo mica fatto fallire noi....

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.