closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

60 ragazze in fuga da Boko Haram

Nigeria. Erano state rapite nel giugno scorso. Sono riuscite a scappare mentre i qaedisti attaccavano una caserma

Mentre il governo di Goodluck Jonathan annaspa in un impasse politico ormai alla ribalta internazionale - sia perché una giovane democrazia ancora in balia del suo recente passato dittatoriale è riuscita ad attribuirsi il ruolo di prima economia dell’Africa, sia perché nonostante una dichiarata presenza dell’intelligence occidentale da mesi ha potenziato le sue attività sul territorio nigeriano nel tentativo di fronteggiare una minaccia terroristica sempre più incalzante - le vittime più esposte alle fragilità istituzionali dello stato nigeriano si sono rivelate più realiste del re nel difendere la loro sopravvivenza. Circa 60 donne rapite a fine giugno scorso da Kummabza,...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi