closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

60 ragazze in fuga da Boko Haram

Nigeria. Erano state rapite nel giugno scorso. Sono riuscite a scappare mentre i qaedisti attaccavano una caserma

Mentre il governo di Goodluck Jonathan annaspa in un impasse politico ormai alla ribalta internazionale - sia perché una giovane democrazia ancora in balia del suo recente passato dittatoriale è riuscita ad attribuirsi il ruolo di prima economia dell’Africa, sia perché nonostante una dichiarata presenza dell’intelligence occidentale da mesi ha potenziato le sue attività sul territorio nigeriano nel tentativo di fronteggiare una minaccia terroristica sempre più incalzante - le vittime più esposte alle fragilità istituzionali dello stato nigeriano si sono rivelate più realiste del re nel difendere la loro sopravvivenza. Circa 60 donne rapite a fine giugno scorso da Kummabza,...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.