closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

5.021 arresti in Russia, la protesta di Ue e Usa

Russia. Il dissenso politico catalizzatore del grave disagio sociale. Manca una vera opposizione

Prosegue l’ondata di arresti nella Federazione Russa ai danni dei sostenitori dell’oppositore Aleksej Naval’nyj, a seguito delle manifestazioni organizzate nelle maggiori città del paese per protestare contro il suo arresto il 17 gennaio scorso. Numeri importanti, che segnano un record storico: l’organizzazione per i diritti umani Ovd-Info ha infatti segnalato il fermo di 5.021 persone – 1.650 solamente a Mosca – durante le proteste del 31 gennaio, mentre il ministero dell’Interno non ha ancora pubblicato dati ufficiali sul numero degli arresti. Nel mirino delle autorità anche Kira Jarmysh, portavoce di Naval’nyj per la quale il tribunale del quartiere Basmannyj di...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.