closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

330 studenti rapiti, auguri di buone feste da Boko Haram

Nigeria. Attacco jihadista a una scuola, il Paese rivive l’incubo delle ragazze di Chibok. I jihadisti sfidano il presidente Buhari nel suo feudo. E 24 ore dopo fanno strage di civili nel vicino Niger

Lo sgomento dei parenti dei ragazzi sequestrati di fronte alla scuola di Kankara, nel nord-ovest della Nigeria

Lo sgomento dei parenti dei ragazzi sequestrati di fronte alla scuola di Kankara, nel nord-ovest della Nigeria

«Noi, combattenti di Boko Haram, informiamo che siamo i responsabili del rapimento degli studenti a Kankara e dell’attacco alla città di Diffa, nella Repubblica del Niger (…) questo per avvertirvi che con l'avvicinarsi dei festeggiamenti degli infedeli non ci sarà più pace nei nostri territori». IN UN VIDEO MESSAGGIO inoltrato alle principali agenzie stampa nigeriane, il leader di Boko Haram, Abubakar Shekau, ha rivendicato due feroci attacchi che il gruppo jihadista ha compiuto questo week-end nelle regioni settentrionali della Nigeria, evidenziando quanto sia ancora presente la minaccia del gruppo e quanto possano essere concrete e sanguinose le sue minacce a...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi