closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
1 ULTIM'ORA:
Cultura

21 marzo, la Giornata mondiale della poesia

Maratone in versi. Dai social network ai musei, letture in libertà per sognare un mondo diverso

Sabato 21 marzo, è la Giornata mondiale della poesia e Pordenonelegge la festeggia (insieme a tante altre realtà che la celebrano con maratone e iniziative). Lo farà dando appuntamento a tutti alle 10 sui canali social del festival (facebook, instagram e twitter), per la messa online di Qui, ancora… il 21 marzo, per incontrarci nella poesia, lo stand up in versi vedrà protagoniste le voci di tante giovani autrici e autori italiani.

Tra le voci che si alterneranno nel progetto curato da Valentina Gasparet, Alberto Garlini, Gian Mario Villalta e Roberto Cescon, ci saranno in ordine di apparizione, Maria Borio (“Soppesi la mia vocazione” da L’altro limite, LietoColle-Pordenonelegge 2017), Tommaso Di Dio (“Guardo la porta” da Verso le stelle glaciali, Interlinea 2020), Marco Pelliccioli (Cantieri e), Maddalena Lotter (“More” da Verticale), Eleonora Rimolo (“Ci hanno detto di uscire il meno possibile” da La terra originale), Bernardo De Luca (“Dentro e fuori” da Misura), Naike Agata La Biunda (“U sapemu c’a biddizza ammucciata cc’o sangu” da Accogliere i tempi ascoltando), Giulia Rusconi (“Quando la gente sta seduta attorno al tavolo” da Suite per una notte), Alessandro Grippa (“Via San Pietro” da Opera in terra), Laura Di Corcia (“Il giallo è quel meccanismo estraneo” da Alfabetiere privato), Gian Maria Annovi (“Il libro attende” da Persona presente con passato imperfetto), Azzurra D’Agostino (“Le foglie nuove” da In tutte le direzioni) e Greta Rosso (“Sposami a pranzo” da Manuale di insolubilità).https://www.pordenonelegge.it/tuttolanno/ebook/giovane-poesia-italiana

RADIO3 CON CAPRONI Rai Radio 3 per la Giornata mondiale della poesia propone la registrazione la serata che Fabrizio Gifuni ha portato in Fatalità della rima – in onda sabato 21 marzo alle 20.15 all’interno di Radio3 suite – alterna l’interpretazione di poesie scelte da L’Opera in versi (Meridiani, Mondadori) e riflessioni in prosa sul mestiere di poeta tratte dalla conferenza Giorgio Caproni sulla poesia tenuta il 16 febbraio 1982 al Teatro Flaiano di Roma.

GIORNI DIVERSI E AL MUSEO Se la poesia è salvifica, c’è anche l’iniziativa di Nottetempo e Manni con l’hashtag #giornidiversi, che invita tutti a postare i versi più amati. Anche il Museo Nazionale Romano si mobilita con una diretta sulla propria pagina Facebook alle ore 12:00, il progetto multimediale Rovine dello scrittore e poeta Gabriele Tinti che sarà fruibile per la durata di un mese dalla riapertura del Museo. Il progetto è reso possibile grazie al contributo della Fondazione Cultura e Arte, ente strumentale della Fondazione Terzo Pilastro – Internazionale presieduta da Emmanuele Francesco Maria Emanuele ed è in collaborazione con Treccani – Enciclopedia di scienze e lettere e Palazzo Naiadi, the Dedica Anthology.

LA TECNOLOGIA RAPPRESENTA una sintesi delle migliori composizioni di Tinti e si rivolge ai visitatori del Museo i quali potranno accedere ai contenuti presenti su una piattaforma web tramite i codici QR presenti in corrispondenza delle opere. Il format mobile offrirà al visitatore contributi poetici audio-video-testuali in lingua inglese e italiana in merito ai capolavori in oggetto. Il progetto è la prima sperimentazione al mondo al riguardo. Gli attori che hanno collaborato sono Marton Csokas e Alessandro Haber. L’audioguida del Pugile a riposo riporta invece il video e l’audio della lettura dal vivo di Kevin Spacey.I capolavori in oggetto sono i seguenti. Per Palazzo Altemps: Galata suicida, Erinni, Ermes Ludovisi, Ares; per Palazzo Massimo, il Pugile, Sarcofago Mattei, Apollo del Tevere, Dioniso. L’iniziativa rappresenta la prima tappa di un progetto che coinvolgerà altri musei italiani.


La nostra rivoluzione.

In questi giorni di emergenza abbiamo deciso di abbassare il paywall rendendo il nostro sito aperto, gratuito e accessibile a tutti.
Non avremmo potuto farlo da soli: migliaia di lettori ogni giorno sostengono il manifesto acquistandolo in edicola o abbonandosi on line.

Oltre al giornale di oggi, stiamo lavorando anche a quello del futuro.

Nel 2021 compiremo i 50 anni in edicola e vogliamo far crescere insieme questo esperimento unico di informazione libera, critica e autofinanziata dai lettori.

Vogliamo un sito grande, che rispetti la privacy e metta al centro i lettori. Un sito coinvolgente e partecipato, dove sia possibile informarsi liberamente e “formarsi” come comunità.

Vuoi partecipare alla costruzione del nuovo manifesto?

ACQUISTA L’ABBONAMENTO DIGITALE SPECIALE
3 SETTIMANE A 10 €

entrerai nella “comunità dei lettori” che lavoreranno con noi per disegnare il giornale del futuro

ABBONATI
Scegli una diversa formula di abbonamento | Scopri la campagna