closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
1 ULTIM'ORA:
Visioni

1973, fiammate free per Mingus

Note sparse. Esce un prezioso cofanetto di cinque cd live che testimonia la collaborazione tra il grande musicista e il sassofonista John Stubblefield

Charles Mingus

Charles Mingus

Dalla cornucopia degli inediti del jazz continuano a spuntare tesori. Dopo Monk e Coltrane è la volta di un ricco cofanetto di 5 cd che documenta una residenza di Mingus in un centro culturale di Detroit nel 1973. Con il contrabbassista c’erano i musicisti del periodo ovvero il batterista Roy Brooks, il pianista Don Pullen, il trombettista Joe Gardner e soprattutto il sassofonista John Stubblefield. Quest’ultimo lavorò con Mingus per alcuni mesi prima di essere licenziato dopo uno dei soliti litigi a cui si abbandonava salvo poi ripensarci e richiamarlo. Troppo tardi perché il sassofonista era già a libro paga di...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi