closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias

1971, il balzo avanti del rock

Storie/Con il genere che entra nella sua piena maturità nasce anche la stampa underground. In quell’anno escono alcuni dischi fondamentali, da «IV» dei Led Zeppelin a «Who’s Next» degli Who

Iggy Pop

Iggy Pop

Nel 1971, per l’edizione tascabile della sua Rock Encyclopedia, uscita da due anni, Lillian Roxon scrive per la nuova introduzione: «(...) sono successe un sacco di cose. Sono apparsi Crosby, Stills, Nash & Young e sono scomparsi. I Led Zeppelin sono diventati la band più famosa del mondo. I Beatles hanno chiuso bottega. I Jackson Five hanno portato il Madison Square Garden alla sua massima capacità di urlo (...) È venuto fuori che Iggy Pop è quanto di più sexy ci sia stato dopo Mick Jagger. E in una notte cosmica e assolutamente gloriosa, i Grateful Dead hanno mostrato al...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.