closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Lavoro

12 dicembre, sciopero generale Cgil-Uil

In piazza . Al congresso Uil Barbagallo propone la mobilitazione unitaria: ci sta solo la Cgil, che accetta di spostarla di una settimana. Poletti fischiato. La Cisl si sfila, ma lancia lo stop del pubblico impiego il primo dicembre. L’addio di Angeletti, mentre la sua confederazione si scopre «barricadera»

Da sinistra il segretario generale in pectore della Uil Carmelo Barbagallo, quello della Cgil Susanna Camusso e quello del Cisl Annamaria Furlan

Da sinistra il segretario generale in pectore della Uil Carmelo Barbagallo, quello della Cgil Susanna Camusso e quello del Cisl Annamaria Furlan

Lo sciopero generale Cgil cambia data. Si sposta di una settimana, da venerdì 5 al 12 dicembre. Non lo fa per le polemiche sul ponte, ma per l’adesione alla mobilitazione della Uil, con l’aggiunta probabile perfino dell’Ugl. Insomma, il sindacato confederale - con l’eccezione di una isolata Cisl - batte un colpo e mette in difficoltà il governo. Che si rifugia in un silenzio fischiato. Nel primo giorno del XVI congresso della confederazione laica e socialista al palazzo dei Congressi dell’Eur a Roma, il vertice mattutino della triplice partorisce il primo lodo Barbagallo. Il neo segretario in pectore della Uil...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.