closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp

Riacquistiamo la nostra testata

Tanti quotidiani sono morti in questo nostro primo anno di vita nuova. Giornali che dipendevano da partiti, da imprenditori truffaldini o da progetti politici improvvisati. Lavoriamo in un campo scivoloso, delicato, crocevia di poteri che si somigliano.

Noi non dipendiamo da nessuno e per restare liberi vi chiediamo di abbonarvi, senza aspettare un domani tanto incerto. Siamo una cooperativa appena nata e senza un euro in cassa. Soprattutto senza un capitale iniziale. I risultati delle vendite e della pubblicità non bastano a sostenere i costi di un'impresa nazionale. Abbonarsi, sostenere il manifesto, significa darci l'ossigeno politico indispensabile, non farlo vuol dire mettere a rischio la vita di questo giornale.

Sostenere il manifesto in questo momento può tradursi nel traguardo più ambito: l'acquisto della testata. Quando i liquidatori, prevedibilmente nei prossimi mesi, la metteranno in vendita dovremmo aver raccolto almeno un milione di euro per poter concorrere al suo acquisto. Abbonarsi e sottoscrivere ha dunque oggi un valore strategico, vuol dire impegnarsi a costruire insieme a noi un'impresa editoriale e un'esperienza politica rinnovate che avranno bisogno di un punto di riferimento per la sinistra futura.

Oggi più che mai c'è bisogno di un giornale libero, aperto, plurale, di discussione e di critica, di confronto e di polemica, qui e ora. Le condizioni economiche sono determinanti per la fisionomia e la credibilità politica. Come abbiamo scritto all'inizio di questa impresa, continueremo a pubblicare il manifesto solo se riusciremo a camminare sulle nostre gambe, organizzando quell'editore collettivo che voi, lettrici e lettori, rappresentate e pretendete. Per tutto questo abbonatevi o sottoscrivete. Anzi manifestatevi. Mai sprecare una crisi.

Il conto bancario vincolato alle donazioni

Questo conto speciale di Banca Etica non è dedicato alle normali attività commerciali del giornale ma lo utilizzeremo esclusivamente per sostenere la cooperativa e il riacquisto della testata. Tutti i dipendenti hanno devoluto la prima quattordicesima della loro vita all’avviamento dell’impresa comune. E tutti i lavoratori full-time devolvono 300 euro netti al mese a un fondo speciale per l’acquisto della testata aperto anche a voi lettori.

Per donare tramite bonifico:

conto corrente: c/o Banca Etica

intestato a: il nuovo manifesto società cooperativa editrice

IBAN: IT19O0501803200000011558129

BIC: CCR TI T2T 84A