closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

Roberta Torre, nello specchio di Aida racconto l’Italia di oggi

Incontri. La regista racconta il suo spettacolo, che debutta stasera al Teatro Biondo di Palermo. Una rilettura contemporanea dell'opera verdiana

La regista, Roberta Torre

La regista, Roberta Torre

Ci parliamo nel mezzo delle prove, dalla cornetta del telefono arriva quella concitazione che appartiene alla vigilia di ogni debutto. L’Aida di Roberta Torre va in scena stasera al Teatro Biondo di Palermo (fino al 2 marzo), in una rilettura che, come racconta la regista dall’opera di Verdi ha preso spunto per immergersi nella contemporaneità. Un mondo rovesciato, dove tutto si mischia, stupore fiabesco e irriverenza, come accade nei film di Roberta Torre, dai colori accesi dell’esordio Tano da morire, alla dolcezza feroce de I baci mai dati. Racconta Torre: «L’invito del nuovo direttore del Biondo (Roberto Alajmo, ndr) mi...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.