closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
L'Ultima

Nell’India di Modi la moneta è carta straccia

India. In India Modi ha dichiarato le banconote da 500 e 1.000 rupie «fuori corso», in nome della lotta alla corruzione e all’evasione. A pagarne le conseguenze però sono le classi più povere

Martedì 8 novembre, alle 20, il primo ministro Narendra Modi in un messaggio televisivo alla nazione ha annunciato - a sorpresa - una manovra senza precedenti nel sistema economico nazionale. Dalla mezzanotte dello stesso giorno le banconote da 500 e 1.000 rupie (pari, rispettivamente, a 6,8 e 13,6 euro) in uso in tutto il paese erano da considerarsi fuori corso, «carta straccia», pezzi di filigrana senza valore riscattabili fino al 30 dicembre 2016 presso le banche e gli uffici postali. Provando a rendere l’idea dell’impatto, è come se da un giorno all’altro tutte le banconote superiori a 10 euro non...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi