closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

La testimonianza del Nadeem Center: tre regimi, stesse torture

Egitto. L'ong, attiva dal 1993, fornisce supporto fisico, psicologico e legale alle vittime di torture e monitora le denunce, da Mubarak a Morsi a al-Sisi. Per questo è nel mirino del governo

Gli uffici del Nadeem Center, al Cairo, sono aperti da 26 anni: hanno visto succedersi tre regimi e hanno registrato le stesse identiche politiche. Per mettere a tacere voci critiche e opposizioni e, più in generale, per controllare un’intera società, i governi in Egitto hanno usato lo stesso strumento: la violenza fisica, la tortura, la sparizione forzata. E oggi il Nadeem Center è testimone di un’escalation nel livello di repressione interna senza precedenti e i rapporti che stila da anni lo dimostrano: solo nel 2015, dice l’ong, si sono registrati 464 casi di sparizioni forzate, in carceri segrete e basi...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi