closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

La natura inventata del genere sessuale

Ricordi. La scomparsa dell’antropologa femminista Nicole-Claude Mathieu. I rapporti delle donne con il potere maschile letti come espressione di una «comunità dell’oppressione»

La morte di Nicole-Claude Mathieu lascia un vuoto non misurabile in quelli che, a partire dai primi anni Settanta del secolo scorso, sono stati i suoi ambiti privilegiati di produzione teorica, di impegno politico e di insegnamento: l’antropologia e la teoria femminista. Grazie ad un rigore, a un’audacia e una lucidità intellettuali e politiche di rara levatura, Mathieu ha contribuito a rielaborare criticamente l’epistemologia e a ridefinire le frontiere di tali saperi. Femminista lesbica materialista, nel 1977 è stata tra le fondatrici della rivista Questions Féministes, che, diretta da Simone De Beauvoir e animata, tra le altre, da Monique Wittig,...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi