closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

«La lotta antimafia di oggi è contro le grandi opere»

Intervista/ Parla Giovanni Impastato. Il fratello di Peppino: da nord a sud dobbiamo collegare questa giornata alle lotte dei movimenti in Italia

Giovanni Impastato, fratello di Peppino, ucciso dalla mafia a Cinisi, 1978

Giovanni Impastato, fratello di Peppino, ucciso dalla mafia a Cinisi, 1978

Quello di Peppino Impastato è uno dei nomi e dei volti più presenti nel corteo dei 100mila di Libera: si vedono striscioni con il suo volto e manifesti scritti a mano che ripetono le sue parole, fra cui quel «La mafia è una montagna di merda» che fu l’apertura del primo giornale (L’idea socialista) che fondò il giovane militante di Democrazia proletaria fatto saltare in aria a Cinisi nella notte fra l’8 e il 9 maggio 1978 sulle rotaie della linea ferroviaria Trapani-Palermo per simulare un fallito attentato. I ragazzi che manifestano per le vie di Latina cantano e ballano...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.