closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

La letteratura di montagna è ancora tutta da scrivere

In movimento. Da giovedì 1 dicembre in edicola un numero doppio speciale di fine anno del nostro mensile dedicato alla montagna e all'outdoor. Pubblichiamo un'anticipazione dell'articolo di Erri De Luca. Il resto, in edicola

Anticipiamo l'inizio dell'articolo di Erri De Luca sul numero speciale di in movimento di dicembre 2016. Il mare è un'antica via di comunicazione attraversata per millenni dall'ingegno marinaro della specie umana. Le montagne invece appartengono agli ultimi tempi delle esplorazioni. Sono state salite quando non c'erano più terre emerse da aggiungere alle mappe. Perciò i racconti di montagna sono recenti. La Scrittura Sacra, per niente marinara, nomina qualche altura dall'Ararat al Calvario. Mosè fu il primo scalatore del Sinai e morì in montagna, come succede spesso agli alpinisti. Tranne queste eccezioni le montagne sono state evitate. Alcune civiltà le hanno assegnate...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi