closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Economia

«La finanziaria della continuità», per il Def una sonora bocciatura

Manovra. La politica economica di Renzi sotto la lente degli economisti

È una bocciatura a tutto campo del Documento di Economia e Finanza 2015-2017, presentato dal governo Renzi, quella che è emersa dal seminario di approfondimento e analisi sul Def organizzato ieri alla Camera dall’associazione Re:Vision, che ha visto la partecipazione di numerosi economisti, centri studi ed esponenti dei movimenti sociali, nonché di vari parlamentari «critici» del Pd (tra cui Stefano Fassina e Paolo Guerrieri) e di Sel (Giulio Marcon, Giorgio Airaudo). Due le parole chiave che hanno accomunato quasi tutte le analisi della prima finanziaria di Renzi: «continuità» e «insostenibilità». Continuità con le politiche neoliberiste e di austerità degli ultimi...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi