closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

In Venezuela, Otpor e Javu

Ingerenze. Gli scontri del 12 febbraio richiamano tattiche già viste nella ex-Jugoslavia

Militante di Javu, il cui nome e numero telefonico compaiono nelle reti sociali

Militante di Javu, il cui nome e numero telefonico compaiono nelle reti sociali

    Chi si rivede, Otpor, o meglio Javu, a cui il gruppo venezuelano dice essere «orgogliosamente» affiliato. Javu (Juventud Activa Venezuela Unida) è un gruppuscolo di estrema destra, in prima fila nelle violenze postelettorali del 14 aprile, e ora nelle manifestazioni per la «salida» di Maduro. Otpor si dette da fare nel 2000 nell’allora Jugoslavia, sospinto da un finanziamento Usa multimilionario, ed è tornato in scena nelle «primavere arabe». E ora è in Venezuela, osannato da quei grandi media che chiedono la forca contro i «violenti» di casa propria.

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.