closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

Il ragazzo che non doveva morire

Scaffale. Patrizia Moretti, madre di Federico Aldrovandi, scrive «Una sola stella nel firmamento», un libro per raccontare il suo dolore e la storia di suo figlio, ucciso dalla polizia

Sopravvivere al proprio figlio è un dolore indicibile, sopravvivere al proprio figlio ammazzato toglie il fiato; sopravvivere al proprio figlio mentre il mondo costruisce un’immagine deformata di lui e fa il vuoto intorno a te è impresa impossibile. Ma accade. È successo a Patrizia Moretti, madre di Federico Aldrovandi, che oggi lo racconta in uno struggente libro, scritto con Francesca Avon : Una sola stella nel firmamento. Io e mio figlio Federico Aldrovandi (Il saggiatore, pp. 184, euro 14,50). «Io e mio figlio», perché questa è una pagina della storia italiana che narra di un paese dove capita di morire...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi