closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

Il lavoro ruba la vita

Storia sociale. Per la casa editrice Angeli esce «Come servi», uno studio di Maria Luisa Pesante sulla figura del salariato visto come possibile nuovo schiavo, soprattutto alla luce della precarietà dell'esistenza e dei contratti

Fernand Léger

Fernand Léger

Le trasformazioni del presente, quando hanno carattere strutturale e non semplicemente congiunturale, impongono di riconsiderare le letture del passato. Non solo in quanto, secondo l’abusato adagio crociano, «ogni storia è storia contemporanea» e dunque l’interpretazione del passato è anche una posta in gioco delle lotte politiche del presente. Piuttosto perché, con Koselleck e Hartog, siamo ancora nel regime di storicità instaurato dalle rotture europee del tardo Settecento: per cui la nostra percezione della storia contemporanea è frutto di una contrapposizione radicale fra passato e presente. Siamo dunque portati a pensare il mondo attraverso una serie di coppie concettuali, che un...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi