closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Il colpo al cuore del Biscione

La storia. Nella «cupola» del potere berlusconiano, l’ex senatore non è secondo a nessuno. Insieme a Confalonieri è il più antico «collaboratore» dell’ex cavaliere. Da Publitalia a Fininvest a Forza Italia. Per mezzo secolo Dell’Utri ha lavorato per Silvio Berlusconi. È stato il vero creatore del partito azzurro. Eletto - come disse lui stesso - solo «per sfuggire all’arresto», se cade uno cade anche l’altro. E sull’impero di Arcore calerebbe il sipario

Marcello Dell'Utri e Silvio Berlusconi

Marcello Dell'Utri e Silvio Berlusconi

Non è il cuore dello stato, ma quello del sistema berlusconiano, tanto aziendale quanto politico, certamente sì. L’ex senatore Marcello Dell’Utri è stato uno dei pilastri dell'impero Mediaset ma anche il vero architetto del partito-azienda che per vent’anni ha dominato la politica italiana. Quando, con un temerario colpo di genio, Silvio Berlusconi capì che la sola possibilità di salvare le sue aziende, dopo l’affossamento del potentissimo protettore Bettino, era sostituirsi a lui in prima persona, il compito di creare dal nulla un partito lo affidò al miglior organizzatore alle sue dipendenze: Marcello Dell'Utri, classe 1941, palermitano, colto e intelligente, latinista...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.