closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Indagini Regeni: Il Cairo blocca la diffusione di autopsia e tabulati telefonici

Egitto. Nell'indagine sulla morte di Giulio Regeni, sono stati sottovalutati i rischi che correva

Lo striscione dedicato a Giulio Regenni dei tifosi dell'Empoli

Lo striscione dedicato a Giulio Regenni dei tifosi dell'Empoli

La procura di Giza ha bloccato la diffusione dei documenti inerenti l’autopsia egiziana di Giulio Regeni. In altre parole, il team investigativo italiano al Cairo ha le mani legate e non può fare niente di concreto. Non ha i tabulati telefonici né gli atti dell’autopsia. Le parole del premier Matteo Renzi, sulla diffidenza che innescherebbe in Italia la mancata collaborazione egiziana, suonano come fuochi fatui alle orecchie del ministero dell’Interno egiziano che continua sistematicamente a depistare le indagini. «Tra poche ore arriverà il capro espiatorio», sono le voci che ci arrivano dalla Fratellanza musulmana egiziana. Come a dire, tra poco...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.