closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Lavoro

Fiat minaccia chi si ammala: «Rischiate il licenziamento»

Jobs act. Alla Sevel di Atessa gli operai pedinati

Operai al lavoro in uno stabimento Fiat

Operai al lavoro in uno stabimento Fiat

Il Jobs act non è ancora legge, ma la Fiat - pardon, la Fca Italy - mette le mani avanti. Minacciando di licenziamento chi fa troppi giorni di malattia. Lo fa nella sua fabbrica più grande - 6.600 operai - e meno colpita dalla crisi, quella Sevel di Atessa (Chieti) dove si è continuato a produrre il camion Ducato anche quando tutte le altre fabbriche italiane erano chiuse. Facendo capire in modo assai chiaro di essere pronta ad usare le nuove norme sui licenziamenti per sbarazzarsi di chi è poco produttivo. Lo fa con una lettera recapitata ad inizio anno...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi