closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp

Edizione del 22.05.2018

Salvini e Di Maio da Mattarella. Il capo dei 5 Stelle: «Abbiamo indicato il nome di Conte, sarà un governo politico». Prima dell’incarico «pausa di riflessione» del Colle. Tensione sui ministeri «sensibili» e timori per i rapporti con Bruxelles

Conte e il Movimento uniti dal metodo Stamina

Andrea Fabozzi

Il professore nel 2013 si è battuto per l’applicazione del protocollo Vannoni che per i grillini era sicuramente efficace. Ma l'anno scorso è stato proprio il paladini dei 5 Stelle Davigo a condannare definitivamente gli inventori della "cura"

A Siena si corre solo in nove per Palazzo Pubblico

Riccardo Chiari

Anche se alle politiche il Pd ha eletto Padoan, Nencini e Cenni, domina l'incertezza. Il 38,3% del centrosinistra a marzo (con il Pd al 31,4%) non mette al riparo dalla destra salita al 31,5%, e con l'incognita dei voti pentastellati in libera uscita.

“Un’assenza politica, che avvantaggia il centrodestra”

Riccardo Chiari

Intervista al politologo Luca Verzichelli dell'ateneo senese. "Il passaggio 'contrattuale' con la Lega ha portato al blocco della lista M5S". Tra fattori civici e futuro di Mps si corre verso il ballottaggio. Nel duello De Mossi-Valentini la chiave per Palazzo Pubblico.

Cinque Stelle non “certificati” e fuori gara

Riccardo Chiari

Senza spiegazioni la decisione dei vertici nazionali di non dare l'ok alla lista locale. "Se c'erano irregolarità - lamenta il Meetup senese - in 50 giorni di tempo si potevano sanare. Abbiamo sollecitato, ma non abbiamo ricevuto alcuna risposta".

Scuola

L’ultima trappola della «Buona scuola»

***

L’inserimento di docenti Irc nelle Commissioni d’esame per la terza media è l’ultimo atto di un processo sotterraneo per recuperare all’insegnamento della religione cattolica nelle scuole pubbliche il ruolo di «materia obbligatoria» con diritto all’esonero

Internazionale

Sanzioni Usa alI’Iran, ‎«le più ‎dure della storia‎»

Michele Giorgio

Il Segretario di stato Usa Mike Pompeo ha annunciato 12 condizioni che Tehran dovrà soddisfare per non subire le sanzioni economiche e diplomatiche americane. Inaccettabili per l'Iran. ‎«Chi ‎sei tu per decidere per il mondo?», replica il presidente iraniano Rohani. Netanyahu intanto applaude

NUOVO IRAQ

Una comunista espugna Najaf: Suhad è il volto del nuovo Iraq

Chiara Cruciati

Gli iracheni hanno scelto le idee, accantonando l'identità. E nella città santa dello sciismo è stata eletta una femminista. A dieci giorni dalle elezioni e con un parlamento di nomi nuovi, si va verso un governo di «larghe intese»: al-Sadr guida le consultazioni, il premier al-Abadi dice sì

«Vamos Nico», il chavismo sotto attacco ha resistito

Roberto Livi

In quasi 6 milioni confermano la loro fiducia nel leader del movimento bolivariano. Maduro vince largo e apre alle opposizioni, che però difficilmente cambieranno strategia. La Mud rivendica l’astensione oltre il 50% e si prepara alla spallata per cui fanno il tifo Trump e le destre latinoamericane

Cultura

Una travolgente Beatlemania

Andrea Colombo

Nel libro di Ferdinando Fasce «La musica nel tempo» (Einaudi) si narra l'incredibile avventura di John, Paul, George e Ringo. Capaci di inventare una comunità giovanile universale

Bernard Lewis, l’antagonista di Said

Claudio Vercelli

A 102 anni, è morto lo storico americano ricordato soprattutto per il confronto tagliente con una parte degli orientalisti e degli arabisti, dai quali si differenziava, spesso facendo scuola a sé, nei giudizi rispetto al mondo islamico

Meyerowitz, le immagini che danzano

Manuela De Leonardis

Parla il maestro americano della street photography, in mostra a Reggio Emilia presso Palazzo da Mosto, nel circuito di Fotografia Europea. «L’ambiguità è presente nel modo di guardare le diverse cose che appaiono nell’inquadratura»

Visioni

Se l’immaginario è un «Coltello nel cuore»

Cristina Piccino

Il cinema italiano si è affermato sulla Croisette con i suoi registi «eccentrici». Bilancio di un’edizione.Tra gli ultimi titoli, amato e odiato, il film di Yann Gonzalez, con Vanessa Paradis regina del porno gay a Parigi nel 1979

Nuovo governo, stesso «alleato privilegiato»

Manlio Dinucci

Come farà l'alleanza gialloverde a «percepire» la Russia non come una minaccia e ad agire di conseguenza, mentre resta nella Nato che, sotto il comando dell’«alleato privilegiato», è militarmente sempre più impegnata contro la «minaccia russa»?