closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp

Edizione del 13.10.2015

La legge costituzionale che il senato voterà oggi dissolve l’identità della Repubblica nata dalla Resistenza. È inaccettabile per il metodo e i contenuti; lo è ancor di più in rapporto alla legge elettorale già approvata. Nel metodo: è costruita per la sopravvivenza di un governo e di una maggioranza privi di qualsiasi legittimazione sostanziale dopo la sentenza con la quale la Corte costituzionale ha dichiarato l’illegittimità del «Porcellum»

Editoriale

La peggiore riforma

Gaetano Azzariti, Lorenza Carlassare, Gianni Ferrara, Alessandro Pace, Stefano Rodotà, Massimo Villone

Questo testo firmato da sei tra i più autorevoli costituzionalisti italiani può essere sottoscritto scrivendo a costituzione@ilmanifesto.it

Politica

L’analfabeta costituzionale

Andrea Fabozzi

Dalla A alla Z, tutti i pericoli e gli errori della nuova Costituzione voluta da Renzi. La fretta del presidente del Consiglio, le forzature regolamentari, la presa del governo sul parlamento, i rischi per il presidente della Repubblica. E anche qualche miglioramento. Soltanto promesso

CAMPIDOGLIO

AAA commissario renziano cercasi

Eleonora Martini

Marino formalizza le dimissioni alla presidente dell’assemblea capitolina. E firma la costituzione di parte civile in Mafia capitale. Si apre ora la complicata partita tutta politica della governance commissariale che guiderà Roma fino alle prossime elezioni e condizionerà la scelta del candidato sindaco

Commenti

L’ombra del «caso Roma» sul futuro della sinistra

Tommaso Nencioni

La caduta della giunta Marino illumina bene tutti i limiti del sistema «iper-maggioritario» e personalistico che si vuole imporre anche a livello nazionale. La crisi travolge il Pd ma deve interrogare anche chi vuole costruire un’alternativa

Lavoro

Il governo Renzi prepara una riforma per i lavoratori autonomi e freelance

Roberto Ciccarelli

Legge di stabilità. Il governo e il Pd anticipano le linee di una riforma in due tempi: il blocco dell'aliquota Inps, la riforma del regime agevolato dei minimi, misure per maternità e malattia in un collegato alla manovra finanziaria. Poi uno statuto del lavoro autonomo e una proposta di legge di Chiara Gribaudo (Pd) sui diritti fondamentali: "È un Jobs Act per le partite Iva"

Jobs Act, nove milioni di voucher in un solo mese

Marta Fana

In agosto i "buoni" della precarietà sono cresciuti a dismisura. In aumento anche i contratti a tempo indeterminato, ma la maggior parte sono trasformazioni e non nuove attivazioni. E la percentuale resta comunque bassa: al 15%

Economia

27 miliardi, ma zero per le pensioni

An. Sci.

Il governo la varerà giovedì, poi il vaglio di Bruxelles. La "riforma" della riforma Fornero slitta al 2016, ma viene confermato il taglio di Imu e Tasi per tutti. Incognita sulle risorse per il pubblico impiego: per ora sembrano insufficienti

CRESCITA

Sì, la ripresina c’è, ma degli infortuni sul lavoro

Felice Roberto Pizzuti, Roberto Romano

Nei primi otto mesi del 2015 ci sono già stati 752 infortuni mortali nei luoghi di lavoro. Un fenomeno grave, che diventa allarmante se consideriamo che la crescita percentuale è del 15% a fronte di un aumento del Pil modesto, inferiore all'1%

Air France, lavoratori “arrestati come criminali”

Anna Maria Merlo

Una manifestazione a Roissy per protestare contro il fermo di sei dipendenti, accusati di essere responsabili dell'aggressione contro il direttore delle risorse umane, il 5 ottobre, a cui è stata strappata la camicia. Per 4, i poliziotti si sono presentati al domicilio alle 6 del mattino. Clima di nuovo teso, mentre è in programma la ripresa delle trattative tra la compagnia e i sindacati, per evitare nuovi 2900 licenziamenti. Lo stato non interviene (pur essendo il primo azionista)

PALESTINA

Giovani, spina del fianco di Abu Mazen

Michele Giorgio

I ragazzi palestinesi non sembrano avere alcun intenzione di fermare le proteste come chiede il presidente dell'Anp che deve fare i conti anche con chi nel suo partito, Fatah, spinge per partecipare alla nuova rivolta

STRAGE DI STATO

Turchia, contro le bombe sciopero generale

Giuseppe Acconcia

I sindacati in piazza in tutto il paese per ricordare le vittime di Ankara. I partiti sospendono la campagna elettorale Davutoglu: «Non saremo la nuova Siria» e accusa l’Isis per l’attentato. Tra le vittime, pare ci sia il fratello di uno degli attentatori di Suruç

Cultura

Ritorno a Giacarta

Antonia Soriente

La fiera del libro tedesca propone un focus sulla letteratura indonesiana, ancora poco tradotta nei paesi stranieri. Tra gli ospiti, Ayu Utami, Oka Rusmini, Laksmi Pamuntjak, Leila Chudori e lo scrittore emergente Eka Kurniawan

La disuguaglianza? Un carburante necessario

Emiliano Brancaccio

Il premio è stato assegnato allo scozzese Angus Deaton, autore del libro «The Great Escape», dove celebra la fuga dalla povertà, appoggiando comunque il capitalismo concorrenziale

Granelli di parole per formare la storia dei vinti

Cristina Guarnieri

Un’intervista con la scrittrice Elsa Osorio. Una biografia scandita dal sogno della rivoluzione e il doloroso dramma dei desaparecidos sono alcuni dei materiali usati per tessere la materia vivente di una intera epoca

Visioni

Georges Aperghis, giochi di assonanze

Mario Gamba

Conclusa la 59esima edizione della Biennale dove il compositore greco ha ritirato il Leone d’Oro alla carriera presentando una sua opera scritta nel 2000, «Machinations»

Sognando California nei film anni’ 20

Giuliana Muscio

Tracce di storia nei western e cappa e spada, i capolavori senza voce raccontati alle Giornate del Muto, la manifestazione friulana che ha chiuso sabato scorso

La rivoluzione di Farah

Cecilia Ermini

La presa di coscienza di una generazione alla vigilia del conflitto a Tunisi, raccontata dalla regista Leyla Bouzid in «A peine j’ouvre mes yeux» presentato al FIFI, Festival du Film indépendant