closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Lavoro

Call center, il Jobs Act licenzia 7 mila operatori

L'allarme. Sono gli attuali dipendenti che verranno rimpiazzati da nuovi meno costosi, assunti con gli incentivi. Grazie al cambio di commesse negli appalti. Ben 4 mila rischiano in Almaviva, altri 1590 in Infocontact. Ma sono interessati anche i servizi di Marino e Pisapia. La mobilitazione della Cgil

#iosonoalmaviva, la campagna sui social dei dipendenti del maggiore gruppo italiano dei call center

#iosonoalmaviva, la campagna sui social dei dipendenti del maggiore gruppo italiano dei call center

Da ieri è in vigore il Jobs Act, con il suo contratto a tutele crescenti: ma se per alcuni potrebbe essere la chiave per nuove assunzioni, per tanti altri è quasi certo che arriverà il licenziamento. L’allarme è scattato in tutti quei settori dove si opera per appalti: le aziende al cambio commessa metteranno in esubero i vecchi dipendenti, e potranno assurmerne di nuovi, molto meno costosi, grazie agli incentivi messi a disposizione dal governo con la legge di stabilità. I call center sono più che esposti: secondo la Cgil sono 7 mila i lavoratori ad altissimo rischio di sostituzione...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi